martedì 31 marzo 2020

Il grande racconto del nostro tempo

Ormai lo sappiamo. Stiamo attraversando uno di quei momenti che segnano la storia. Non vi chiedo di raccontarlo, quello è il compito dei giornalisti oggi e degli storici domani. Vi chiedo però di raccontare, partecipando a questo esperimento. Troverete delle immagini divise in quattro gruppi. Lasciatevi ispirare dalle immagini e create uno o più racconti. Non importa il tipo di racconto, un diario, un fantasy, una storia d'amore, una cronaca reale o inventata. Qualsiasi cosa scriviate, sarà parte del "Grande racconto del nostro tempo", semplicemente perchè la scrivete adesso. Potrebbe anche diventare il nostro libro.

Regole dell'esperimento
- parlo alle mie classi 2A e 3A, ma potenzialmente a tutti gli alunni che vogliono partecipare, di qualsiasi scuola...
- sono ammessi testi di qualsiasi genere (anche più di uno). Mandatemeli anche prima della scadenza finale.
- si può prendere spunto da una o più foto, anche di gruppi diversi
- nel caso delle opere d'arte, se volete, può andare bene anche una descrizione
- vi consiglio, per questa volta, di liberare gli occhi dallo schermo e prendere la penna (avrete poi tempo per ricopiare su word)
- la scadenza è giovedì 16 aprile

IL VUOTO NELLE CITTA' o LE CITTA' SENZA UMANI

Marocco - Rabat

Perù - Lima

Roma

Termini imerese

Venezia

LE MASCHERE


Famiglia italiana - 1905

Infermieri durante l'epidemia di Spagnola 1918-1920
Infermieri italiani oggi - I segni sul volto sono quelli delle maschere protettive indossate per ore

Italia 2020 - Maschere da sub trasformate in respiratori

LA SOLITUDINE DEL PAPA

Pentecoste 2013

Il Papa a San Pietro il 27 Marzo 2020



 VISIONI DI MORTE E FANTASTICHE FRA IL '400 E IL '500

Danza macabra 1485
Danza macabra (XV secolo)

Il giardino dell'Eden - Hieronymus Bosch (XV secolo) - Ingranditelo per osservarne i particolari

Il giardino dell'Eden - particolare

Il giardino dell'Eden - particolare

Il trionfo della morte - Peter Bruegel 1562 - Ingranditelo per osservarne i particolari 

Nessun commento:

Posta un commento